Le ingiustizie della vita: il viola

Io mi porto una croce appresso.
Non so bene quando sia iniziata la mia malattia, ma ricordo molto bene che fin da piccola (nonostante indossassi un po’ tutti i colori, sebbene mi piacessero molto quelli accesi e sgargianti) per colorare i vestiti delle damigelle che disegnavo, usavo prettamente lilla e azzurro.
Erano i 2 colori più consumati di tutta la scatola di matite colorate!

Andando avanti con gli anni, questa passione per il viola (et similia) è sfociata in una sorta di mania; in pratica raramente riesco ad acquistare qualcosa che non abbia del viola o fuxia o lilla in mezzo.
Eccezione fatta per cose nere o grigie, che comunque son colori neutri e non fanno testo!

MA PERCHE’ STE PRECISAZIONI?
Pazienza o miei discepoli, che mo ci arrivo!
Il viola dicevo, condiziona i miei acquisti. Mi serve uno spazzolino da denti? Se c’è viola (e in sconto) lo prendo, sennò tengo quello vecchio.
Ho lo shampoo da comprare? Cerco quello con la confezione viola o fuxia, anche se dice “per capelli ultracorti e grassi”. IO LO PRENDO VIOLA. Perchè non esiste che uso quello rosso che solitamente è per capelli lunghi e sfibrati (come i miei…) io lo voglio VIOLA MANNAGGIA!
Per anni ho preso le peggio sòle (leggasi inculate) perchè mi ostinavo a vole comprare il cellulare viola o che più si avvicinazze a quel colore. Idem per le macchinette digitali portatili.
Non parliamo poi di orologi o vestiti, gioielli, occhiali, borse… chi mi conosce lo sa!

Ordunque, ora che l’80% dei miei acquisti avviene sul web ho notato una cosa che vi giuro mi sta facendo perdere il sonno: LE COSE VIOLA COSTANO MEDIAMENTE DI PIU’ DEGLI STESSI MODELLI CON ALTRI COLORI!
Ma perchè? PERCHE’?????

Vi lascio con oggettistica viola RANDOM! Perchè mi piace. TANTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *