#DLDM way of life: Stockholm Heroes #ComicCon

Ma ciao miei cari amici!
Anche quest’oggi sono qui davanti al piccí per scrivere un bel report sulla mia ultima avventura.
Come da titolo, vi racconterò dello Stocholm Hero Comic Con.
Innanzitutto, qualche info:
Date: 15/17 settembre
Location: Kista Convention Center – Arne Beurlings Torg 5, 164 40 Kista
Website: http://www.comicconstockholm.se/
Facebook: https://www.facebook.com/comiccon.sthlm/
Twitter: https://twitter.com/comicconnordics
Instagram: https://www.instagram.com/comicconnordics/

Il mio weekend è iniziato venerdì pomeriggio, dato che il mio volo per Stoccolma partiva alle 16:20.
L’arrivo all’aeroporto di Arlanda è previsto per le 19:30, e nonostante l’aereo sia partito in ritardo, l’atterraggio è comunque avvenuto in perfetto orario!

Andare in città: io ho preso il treno SkyCity che parte proprio dall’aeroporto e arriva al centro della città di Stoccolma.
In alternativa c’è l’Arlanda Express, più veloce e costoso.

Fortunatamente il mio albergo non era molto distante dalla stazione ferroviaria, e l’ho raggiunto in una decina di minuti a piedi.
Per motivi di privacy non dirò il nome dell’albergo, dato che era lo stesso dove alloggiavano gli ospiti. (E qualcosa mi dice che li piazzano sempre li)
Vi posso dire però che era davvero bello e di fascia alta!
E sapete perché? In bagno non avevano i soliti campioncini di shamposaponecremabalsamopadrefigliospiritosanto… Ma dispenser separati, uno per ogni prodotto, addirittura balsamo e crema corpo.

Una cena tipica Svedese segna la fine della giornata, e si va a letto abbastanza presto per riposare il più possibile in vista del weekend impegnativo.

Sabato 16:
Il rendezvous con promoter e attori è alle 8:30 nella lobby.
In questa giornata è prevista la presenza di Iain Glen (Game of Thrones)  e Cobie Smulders (Avengers e How I met your mother).
Iain arriva puntuale, ci presentiamo e viene portato via subito per raggiungere la venue.
Io, il manager e un’assistente aspettiamo Cobie che non si è ancora fatta viva.
Dopo 25 minuti iniziamo a preoccuparci.
Dopo 40 ormai pensiamo alle peggio cose!
– scappata con uno svedese
– sta a ffa la attention whore come Mariah Carey
– s’è imbottita di sonniferi per contrastare il jetlag ed è per questo che non sente suonare il telefono e bussare alla porta.

Alla fine arriva, bella come il sole e mortificata per il ritardo.
Purtroppo il jetlag non le ha permesso di prendere sonno prima delle 6 del mattino!
Ci si presenta, e si parte anche noi per il ComicCon.  (L’auto assegnataci è una splendida BMW X6)
Nei 20 minuti di tragitto approfondiamo un po’ la conoscenza e Cobie si dimostra da subito super carina e gentile!

Veniamo subito condotti alla signing area dove anche Iain è seduto.

 

 

Rimango accanto a Cobie tutta la mattina, mentre il pomeriggio lo passo con Iain (che, dannazione, è così british!) fra risate, chiacchere e video.
Lui molto gentile mi chiede che lavoro faccio, qual’è la mia mansione, e tutto contento si mette in tasca uno dei miei biglietti da visita!

 

I momenti di pausa fra autografi e photo op li passiamo nella Green Room mangiando caramelle gommose e chiacchierando delle loro più strane esperienze da “Comic Convention”.
Vi dico solo che è finita a ridere come gli scemi su un video di Kevin Sorbo in cui, per errore, urla la parola ‘disapponinted’ che invece doveva indicare lo stato d’animo del momento.

 

Si torna in albergo verso le 18:30 e dopo un veloce restyle si torna giu, al bar per un cocktail con Cobie!
Lasciamo l’albergo dopo 1 oretta per cenare al Teatergrillen,  dove i discorsi vertono fra politica, desideri di vita eterna, apocalisse zombie, case di riposo in cosplay da fattoria e via dicendo.

Domenica 17:
L’appuntamento nella lobby è alle 10 per andare tutti assieme al Kistamassen.
Il poker di attori è al completo, infatti è arrivato anche Manu Bennett, decido quindi di defilarmi dall’area signing per non dare fastidio e finalmente faccio un giretto per i padiglioni!
Il con non è molto grande, ma gli stand sono abbastanza variegati e vanno dai gadget alle magliette, ai fumetti, ai videogiochi…

Torno alla green room verso le 14 e ci trovo Manu, che miracolosamente si ricorda di me (ci siamo incontrati a Vinci nel 2016 e abbiamo passato una serata alcolica!)
Rimango con lui in qualità di assistente speciale fino al ritorno in albergo, e più volte incrocio Iain con il quale scambio qualche battuta.
Nel salutarlo prima della sua partenza mi dice che gli ha fatto molto piacere conoscermi e che spera di vederci di nuovo, mentre mi abbraccia forte (e io sto praticamente svenendo).

Tornati in albergo, dopo un veloce restyling scendiamo per un cocktail con Cobie e Manu ci raggiunge per cena.
Durante la serata riprendono discorsi sulle nostre vite, lavoro, ambizioni, progetti e scopro che Manu è davvero un cervellone e ha delle ideuzze niente male per il furuto!
Dopo la cena Cobie si ritira nelle sue stanze mentre io Chris e Manu si procede con l’after dinner nel cocktail bar dell’albergo per continuare a parlare dei progetti a cui si sta dedicando Manu.
Purtroppo, in vista dell’imminente partenza, io e Chris abbandoniamo il campo relativamente presto, mentre il nostro Allanon ci saluta e si avvia per un giro notturno della città!

Che dire. Un’altra fantastica avventura targata #DLDM che vi ha portato a Stoccolma e fatto assaporare la vita delle star!
Rimanete sintonizzati perchè nuove avventure mi aspettano, e ovviamente anche nuovi outfit. XD

Sei un fan accanito di HIMYM o GOT?

Allora non puoi farti mancare i gadget e i dvd delle tue serie preferite! Su Amazon ci sono un sacco di offerte 😉

How I met your mother

Scopri di più

How I met your mother

Scopri di più

Game of thrones

Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *