#DLDM way of life: WALES COMICON

Una cosa che raccomando sempre a tutti, è di fare amicizia e mantenere rapporti con le persone che incontriamo il più possibile, e di essere gentili sempre.
Perchè il Karma gira e rigira.

All’inizio di quest’anno un amico conosciuto al WCC (leggi qui) di un paio di anni fa, ha pubblicato sul suo twitter il link per applicare come crew all’edizione di Aprile di quest’anno.
Non mi sono fatta sfuggire l’occasione e ho mandato la mia candidatura, dopodichè ho avvertito l’amico mio che in caso fossi stata selezionata, ci saremmo rivisti.

Detto fatto! L’amico mio conosceva il responsabile della selezione e, Ça va sans dire, sono stata selezionata per far parte della crew di volontari all’edizione del WCC di aprile!

FASE 1: Biglietti e accommodation

Purtroppo i biglietti per Manchester non sono fra i più economici, e infatti ho dovuto sborsare quasi 160€ per andare, più il bus per raggiungere Wrexham.
Per l’accommodation sono stata più fortunata; il mio amico (Rikki tvtb) mi ha sopportato per ben 5 giorni, cedendomi addirittura la sua stanza con annesso deliziosa palla di pelo Oki, un Akita Inu adorabile che di mestiere fa la fabbrica di pelo vivente *_*

FASE 2: Che cosa fa la crew? Acclimatarsi

Il primo giorno di Con era sabato.
Appuntamento alle 7:45 presso il teatro della struttura che ospitava l’evento.
Freddo, pioggia e sonno erano con noi.. Io super spaesata ho iniziato a presentarmi e scusarmi con tutti per il mio inglese, e alla fine del briefing ho salutato e ringraziato il promoter per la grande opportunità che mi aveva dato.
Ma che vuol dire fare parte della Crew? Beh innanzitutto vuol dire conoscere un sacco di persone, farsi un mazzo tanto, e soprattutto GRATIS.

Il compito ci sarebbe stato assegnato una volta raggiunte le postazioni: io sono stata abbastanza fortunata da stare al coperto, ma non al caldo purtroppo!
Avrei lavorato nei capannoni dei photo ops (dove sono allestiti i mini set fotografici per gli attori con i fan).
Non avrei potuto sperare di meglio! Avrei visto e avrei potuto interagire con tutti gli attori presenti, perchè tutti sarebbero prima o poi passati di li!
Il mio compito iniziale era quello di spostare gli averi dei fan da una parte all’altra del set (dall’entrata verso l’uscita) per velocizzare le operazioni, e dare ai fan un numerino identificativo per recuperare la loro foto; abbiamo capito dopo i primi 20 secondi che da sola non ce l’avrei mai fatta, e quindi mi hanno messo alla distribuzione dei numeretti subito di lato al tappeto del set.

FASE 3: Carina e coccolosa

Essere sorridente e umile mi ha aiutato parecchio! Gli ospiti erano ben disposti nei miei confronti, e ho addirittura BALLATO ASSIEME A RON PERLMAN (l’attore del primo HELLBOY)

Ho battuto i pugni con LA SALVATRICE di ONCE UPON A TIME, e fatto una figuraccia memorabile con SAM NEIL.

FASE 4: Accettare ogni occasione che si presentava

Mai dire no. Ogni proposta od occasione andava accettata!
Sono stata fortunata abbastanza da poter fare gratis un po’ di foto con gli attori, ogni qualvolta loro si offrivano di farlo per primi!
In alcun modo durante il lavoro noi della crew potevamo fare richieste agli ospiti, ma più di uno si è gentilmente offerto di regalarci uno scatto!

Alla fine della due giorni, dopo ore di stare in piedi al freddo a distribuire numerini, mi sono “un po'” lasciata andare..
Raggiunta la hall principale per ritrovarmi con Rikki, ho insperatamente ritrovato 2 attori ancora intenti a firmare gli ultimi autografi per la crew e non ho resistito!

Ho per forza dovuto chiedere un selfie con KIEFER SUTHERLAND e con Richard Dean Anderson  (AKA MACGIVER)

Vi lascio con una fotina di tutta la crew assieme a Kiefer!

Conclusioni

Insomma, mi sono stancata da morire, ma mi sono anche divertita e ho avuto le mie soddisfazioni personali!
E tra un paio di giorni, sarò a Telford all’edizione invernale del Wales Comic Con!

In Galles fa freddo e TE DEVI COPRI’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *