Gli oggetti più dimenticati al controllo sicurezza in #aeroporto

E’ innegabile: siamo vecchi!
Accettiamo dunque il fatto che la nostra memoria faccia cilecca più spesso e nei momenti meno opportuni.
Per chi ,come me, viaggia spesso, avere la memoria corta è un problema non indifferente, soprattutto in fase di partenza, soprattutto al momento del controllo di sicurezza!

Ultimamente ho perso un paio di occhiali da sole che adoravo e ho dovuto ricomprarli perdendo un sacco di soldini… Un paio di volte invece ho dimenticato di tirare fuori il dentifricio dal bagaglio a mano, con conseguente stop di circa 1 ora ai controlli perchè mi hanno dovuto setacciare le valigie.

Può capitare a chiunque: si arriva al momento del controllo con il proprio bagaglio a mano e, una volta deposti i propri oggetti nel cestino, questi possono essere facilmente dimenticati. D’altronde, in un momento di confusione l’errore è dietro l’angolo, e può costare caro (i miei occccchialiiiiii!).

In effetti, in aeroporto vengono ritrovati oggetti di tutti i tipi, il che mette in evidenza quanto sia facile distrarsi un attimo e lasciare indietro i nostri averi. A fare un bilancio, in questi giorni, è il TSA (Transportation Security Administration), l’ente governativo americano che si occupa di sicurezza negli aeroporti. Come rivelato, gli addetti raccolgono in media tra i 90.000 e i 100.000 oggetti dimenticati ogni mese, un numero enorme. Tutti questi beni vengono tenuti per circa 30 giorni durante i quali chi fa un reclamo può tornarne in possesso.

Ma quali sono gli oggetti che più frequentemente ci scordiamo in aeroporto? Centinaia di smartphone (sembra impossibile eh?), laptop, tablet e altri piccoli device, ma anche documenti d’identità, chiavi, portafogli, occhiali da sole (T_T), guanti, sciarpe, cappelli, berretti e a volte interi zaini e trolley! (io un mese fa stavo lasciando il mio trolley sul treno…)
Non tutti però dimenticano oggetti così comuni: tra i più bizzarri ci sono palle da bowling, violini e strumenti musicali, un’urna funeraria, una dentiera d’oro, un cimelio del basket e chi più ne ha più ne metta!

Insomma, che sia un oggetto comune oppure qualcosa di davvero speciale e particolare, ci sono dei trucchetti per evitare questo fastidioso (e a volte costoso) inconveniente. Ad esempio, prima di arrivare ai controlli di sicurezza potrebbe essere una buona soluzione raggruppare tutti i propri effetti personali in bustine o mettere le cose più piccole (orologi, occhiali…) SOPRA ad tutto per non rischiare di dimenticarli nel fondo del cestino. Inoltre è meglio cercare di utilizzare il minor numero di cestini possibile, perché in tal modo diventa più facile riprendersi ogni oggetto.

Se avete dispositivi elettronici potreste etichettarli con il vostro nome e il vostro numero di telefono. In questo modo, se lo dimenticate in aeroporto vi sarà più facile ritrovare il vostro in mezzo a tanti altri simili.

Se però siete tra coloro più distratti che non riescono proprio a fare a meno di lasciarsi qualcosa alle spalle, in aeroporto, la bella notizia è che nel 2020 alcuni scali tra i più importanti degli Stati Uniti saranno dotati di nuovi macchinari a raggi X in 3D, che permetteranno di lasciare i propri effetti personali nelle valigie riducendo drasticamente il numero di oggetti dimenticati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow this blog!

Get the latest posts delivered to your mailbox:

Translate »
WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com